Split payment per l'IVA nelle fatture alla P.A.

Stampa

Ministero dell'Economia e delle FinanzeSi informano i fornitori delle P.A. che la legge di Stabilità 2015 (Legge 190/2014), ha previsto per le fatture emesse a partire dal 01/01/2015 nei confronti degli enti pubblici un nuovo meccanismo di assolvimento dell'IVA chiamato split payment, in base al quale l'IVA dovuta sia versata dagli enti non più al fornitore ma direttamente all'erario (con le modalità stabilite nel decreto del MEF del 23/01/2015).

La nuova normativa si applica con le seguenti eccezioni:
- fatture/note soggette a ritenuta d'acconto
- fatture assoggettate a regimi speciali che non prevedono l'evidenza dell'imposta in fattura (regime del margine, agenzie di viaggio, etc.).

Per le fatture emesse nel 2014 e antecedenti pagate nel 2015: al fornitore verrà erogato l'intero importo comprensivo dell'IVA.
Per le fatture emesse dal 2015 il fornitore deve indicare in fattura sia la base imponibile che l'IVA, che però verrà versata direttamente all'erario dal Comune.
I fornitori devono indicare in fattura l'annotazione "scissione pagamenti" evidenziando il richiamo dell'art. 17 ter DPR 633/1972.