Aggiornamenti IMU e TASI 2016

Stampa

Governo ItalianoIn seguito alle modifiche apportate dalla nuova legge di Stabilità 2016, il 17 febbraio il MEF ha diffuso la risoluzione n. 1/DF/2016 per chiarire i requisiti per il riconoscimento della riduzione del 50% dell’IMU per le abitazioni concesse in comodato d’uso gratuito al famigliare di 1° grado in linea retta (genitore/figlio - figlio/genitore).

I requisiti richiesti sono i seguenti:
a) l’unità immobiliare concessa in comodato d’uso gratuito deve essere iscritta nella categoria catastale A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7;
b) l’abitazione deve essere concessa dal proprietario, denominato comodante, ad un familiare di 1° grado (genitore/figlio – figlio/genitore) denominato comodatario;
c) il contratto di comodato d’uso gratuito deve essere registrato all’Agenzia dell’Entrate;
d) per il comodatario l’immobile deve essere la sua abitazione principale e vi deve risiedere con il nucleo familiare;
e) il comodante deve risiedere anagraficamente nonché dimorare abitualmente nel Comune di Canale Monterano;
f) il comodante può possedere solamente un altro immobile di categoria catastale A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7 sempre situato nel Comune di Canale Monterano e deve essere la sua abitazione principale e vi deve risiedere con il nucleo familiare;
g) il comodante non deve possedere altre abitazioni o porzioni di abitazioni nello Stato Italiano.

Per avere diritto all’agevolazione, il proprietario dell’immobile deve presentare la dichiarazione entro il 30 giugno 2017.

risoluzione del MEF