Approvato il Rendiconto di Gestione

Stampa

panoramaApprovato il Rendiconto di Gestione 2018. “Insieme con la predisposizione del Bilancio di Previsione - commenta il vice sindaco con delega al Bilancio Stefano Ciferri - uno degli atti gestionali più importanti per un Comune. Con il Rendiconto, l’Amministrazione Comunale è infatti chiamata a valutare il proprio operato in termini di efficienza. I numeri, in questo senso, ci aiutano a comprendere come è andata lo scorso anno: un fondo di cassa di 837.262 euro, raddoppiato rispetto al 2017, ed un avanzo complessivo di amministrazione salito a 1.795.751 euro. Valori importanti che testimoniano una gestione che rispetto alle previsioni ha chiuso con un risultato molto buono.”

“Va però detto - continua Ciferri - che tali risultati sono stati ottenuti diminuendo, dalla seconda metà dell’anno scorso, la nostra capacità di spesa a causa di diverse uscite impreviste, cui questa Amministrazione ha dovuto far fronte. Tra le più significative, la richiesta della Regione Lazio di restituire un finanziamento (ippovia) di circa 29.000 euro, in quanto i lavori effettuati nella passata gestione sono risultati non conformi. Ma poi oltre 30.000 euro di sanzioni per superamento dei limiti di scarico degli impianti di depurazione comunali erogate tra il 2012 e il 2015, oltre a spese per circa 17.000 euro riguardanti la causa di inquinamento da idrocarburi in Piazza Mazzini. Una serie di spese impreviste, molto importanti per un Comune come il nostro, alle quali solo una gestione meticolosa della spesa ha permesso di far fronte, evitando rialzi delle imposte comunali che altrimenti avremmo dovuto applicare su tutta la nostra cittadinanza”.

“Quando ci siamo insediati - commenta il sindaco di Canale Alessandro Bettarelli - abbiamo trovato una situazione finanziaria del Comune ai limiti del default. In due anni abbiamo risanato le casse del Comune, ma continuiamo a scontare uno stillicidio di spese provenienti dal passato che da un lato non sono prevedibili, dall’altro drenano risorse enormi dal nostro Bilancio che già di suo non è in grado di supportare una spesa che non vada molto oltre le necessità ordinarie del Comune. Ricordo le decine di migliaia di euro che abbiamo dovuto impegnare in spese legali relative a vicende edilizie e urbanistiche che certo non possono essere imputate a questa Amministrazione, ma al periodo dell’urbanistica creativa. Se a ciò aggiungiamo quella pagina vergognosa che sono stati gli esposti, anonimi e non, che hanno attirato l’attenzione degli organi di vigilanza sulle storiche problematiche infrastrutturali comunali, sui quali siamo dovuti intervenire in urgenza, allora i cittadini potranno capire facilmente l’enorme sforzo fatto sul Bilancio da questa Amministrazione. Un impegno che, però, non sarebbe bastato a chiudere il Rendiconto 2018 senza il lavoro svolto dal vice sindaco Stefano Ciferri e degli uffici comunali sulla quadratura dei conti e, al contempo, senza la collaborazione di tutti gli amministratori, che hanno accettato di limitare al minimo la spesa nei propri settori e, conseguentemente, la spesa complessiva comunale.”

“Siamo convinti - conclude il sindaco Bettarelli - che i cittadini comprenderanno il particolare periodo storico canalese e l’impegno di questa Amministrazione nel dare risposte concrete ai loro bisogni, senza poter avere a disposizione grandi cifre da utilizzare. Siamo sicuri che da questa fase storica i nostri concittadini usciranno avendo sviluppato quegli anticorpi che serviranno in futuro a distinguere la buona dalla cattiva amministrazione, il lavoro quotidiano e costante dalle promesse irrealizzabili.”