Ecoforum 2020: Canale 1° tra i piccoli Comuni

Stampa

Ecoforum 2020Dalla classifica Ecoforum 2020 di Legambiente Lazio esce la notizia che non t’aspetti: Comuni più “ricicloni” tra i grandi Velletri, Morlupo tra i medi, Canale Monterano tra i piccoli, un risultato che solo pochi anni fa non era neanche pensabile e che oggi diventa realtà, con una raccolta differenziata che tocca la percentuale record dell’84,1%.

Ecoforum 2020 di Legambiente, con il contributo della Regione Lazio con dati forniti da Arpa Lazio, si è svolto in diretta TV su Rete Oro e sulle pagine Facebook di Legambiente Lazio, La Nuova Ecologia e Rete Oro, dove è possibile rivedere l’intero evento.

Sul podio del premio 2020 i piccoli comuni l’hanno fatta da padrone come c’era da aspettarsi, ma il gradino più alto per Canale va oltre le più rosee aspettative. “Ero stato avvertito della premiazione – commenta il sindaco di Canale Monterano Alessandro Bettarelli - e che avremmo avuto modo di intervenire in diretta video, ma non ci aspettavamo di dover commentare un risultato così importante, anche se il 79,96% dell’anno scorso faceva ben sperare. Il dato e la prima posizione di Canale impressiona perché in un mandato amministrativo siamo passati dal 62% del 2015 al risultato di oggi. Ma se tanto è stato fatto, tanto rimane da fare. In primis gestire il contributo regionale da 200.000 euro per l’ampliamento della nostra isola ecologica e poi il bando di gara per il nuovo servizio rifiuti che partirà in Primavera e ci vedrà in partnership con il Comune di Oriolo, altro comune virtuoso nel settore rifiuti. L’introduzione della tariffa puntuale sarà la nostra sfida: applicare concretamente il principio ‘meno inquini e meno paghi’, abbattendo così la produzione complessiva dei rifiuti prodotti. Per far ciò dovremo contare ancora una volta sulla disponibilità dei cittadini e del personale del fornitore del servizio, che dovrà voler migliorare ancora i risultati eccezionali ottenuti.”

“Un riconoscimento all’attenzione che viene posta al tema dei rifiuti e all’impegno dei cittadini - commenta il consigliere delegato al Ciclo dei rifiuti Cesare Gizzi - siamo quindi molto soddisfatti, ma il risultato ottenuto deve essere motivo per proseguire su questa strada, dove una corretta politica di gestione dei nostri rifiuti significa necessariamente una sfida continua verso il raggiungimento di determinati obiettivi, come la riduzione della produzione globale e la riduzione dell’indifferenziato pro-capite, tanto per citarne alcuni”.

“C’è quindi ancora molto da fare - continua Gizzi - se veramente abbiamo compreso, cittadini e istituzioni, l’importanza che ha per il futuro dei nostri territori e delle generazioni future che li vivranno, un’intelligente e consapevole gestione dei rifiuti, ma qualcosa si sta facendo e i risultati ci stanno dando ragione”.

Ecoforum 2020 ricicloni9