Completato il secondo step dell’illuminazione pubblica

Stampa

illuminazione pubblica comunale“Era uno dei punti salienti del programma e dopo cinque anni possiamo dire che quanto fatto ci soddisfa pienamente”. Commenta così il Sindaco di Canale Alessandro Bettarelli la chiusura del secondo step di lavori che hanno riguardato l’illuminazione pubblica comunale. Il primo step ha riguardato il passaggio al led di tutta la pre-esistente illuminazione, il secondo invece ha puntato ad interventi di potenziamento dell’illuminazione in tutto il Comune. A beneficiarne sono state alcune zone in cui c’era bisogno di maggiore illuminazione, perché del tutto assente, carente o mal funzionante da anni.

Se nel primo gruppo vanno annoverati gli interventi a Via delle Olmate, Via dell’Eremo, Piazza della Carraiola, Via della Scuola Materna, Via della Patera/Case Marani, incrocio Canale-Manziana-Tolfa, nel secondo entra l’intervento in Via dei Fornaciari e nel terzo l’importante revamping di tutti i pali fotovoltaici posizionati nella zona Prati di Canale, che da molti anni non funzionavano più.

“In questi cinque anni - spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Magagnini - abbiamo completato una grande opera sull’illuminazione pubblica, prima passando a costo zero tutta l’infrastruttura al led, poi sistemando la quasi totalità delle situazioni problematiche dovute a usura dei cavidotti, infine implementando i punti luce e riportando in funzione tutti i pali fotovoltaici che molti anni fa erano stati istallati nella periferia Sud del Comune e di cui, al momento del nostro insediamento, solo un paio continuavano a funzionare. Ovviamente non ci fermiamo qui e abbiamo già pianificato i lavori su altre situazioni, spesso segnalatici direttamente dai cittadini, dove una maggiore illuminazione è necessaria. Nel complesso, un intervento che non solo denota attenzione alla vivibilità dei quartieri, ma che migliora anche la percezione di sicurezza delle aree in cui andiamo a intervenire”.

“Con il nuovo sistema a led - conclude il sindaco di Canale Monterano, Alessandro Bettarelli - miglioriamo la qualità visiva del nostro comune, contribuiamo a ridurre l’emissione di CO2 nell’atmosfera e del consumo di energia elettrica. Senza esagerazioni, vogliamo continuare a implementare la rete della Pubblica nel nostro Comune perché illuminazione vuol dire anche maggiore sicurezza e maggiore vivibilità delle zone più periferiche. Terzo step? Periferie e poi Monterano e le Olmate, per rendere fruibili questi posti bellissimi anche nelle calde serate estive.”